.
Annunci online

lasirena
DIARI
4 ottobre 2010
Una subdola avanzata

 

 

 

Scende la notte su uomini ignari,
avanzanti festosi al richiamo
del compagno che, con tono suadente,
li attrae con melliflue menzogne.

 
Il suonatore di flauto sprigiona
col suo strumento una dolce melodia,
l'incantatore di serpenti
stordisce con l'odioso sibilo,
e acrobati e circensi donano
un sorriso a questa ingenua gente.

 
Intanto una voce nell'aria si libra:
Venghino signori, venghino,
il teatro è aperto a tutti, per attori
e spettatori ci son lauti guadagni,
andiamo ad incoronare
l'amato re buffone!!!”

 
La folla aumenta, si ingrossa,
si diverte, tira sassi alla memoria
e avanza verso il baratro,sorda
alla voce di un grido di allarme
privo di una eco possente.

 
Un fitto velo ormai ricopre
occhi e orecchie,schiacciato
rimane chi osa arrestare
una tal subdola avanzata.

 
...Ed ecco lo schianto, il tonfo rimbomba,
nulla rimane, il buio si fa pesto,
ma dalla polvere delle macerie
risorgono più brillanti le stelle...!!!



permalink | inviato da lasirena il 4/10/2010 alle 11:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

 


 
La stupidità dei furbi si
manifesta sottovalutando
l'intelligenza altrui.


Siate sempre capaci di
sentire nel più profondo
qualunque ingiustizia
commessa contro chiunque
in qualunque parte del
mondo.
(Ernest Che Guevara)


Nessun colpevole può
essere assolto dal
tribunale della
sua coscienza.
     (Giovenale)

Il peggior peccato contro
i nostri simili non è l'odio,
ma l'indifferenza: questa
è l'essenza della disumanità.
(George Bernard Shaw)






Non dispiacerti di ciò che
non hai potuto fare,
rammaricati solo di quando
potevi e non hai voluto.
(Mao
Tse tung)

E' strano come tutti
difendano  i propri  torti
con più vigore dei
propri diritti
(Kahlil Gibran)

Chi è nell'errore compensa
con la violenza ciò che
 gli manca in verità
e forza.
(Wolfgang Goethe)

Di tutto conosciamo
il prezzo, di niente
 il valore.
( Friedrich Nietzsche)

La dignità non consiste nel
possedere onori,ma nella
coscienza di meritarli.
 
(Aristotele)

Non condivido la tua idea,
ma darei la vita perché tu
la possa esprimere.
(Voltaire)





Sii il cambiamento che
vuoi vedere avvenire
nel mondo.
(Gandhi)

La verità è tanto più
difficile  da sentire
quanto più a lungo
la si è taciuta.
(Anne Frank)

Una parola ci libera
di tutto il peso e il dolore
della vita: quella parola
è amore.
(Sofocle)

La suprema felicità
della vita è essere amati
 per quello che si è o,
 meglio, essere amati
a dispetto di quello
che si è. 
 
( Victor Hugo)



                                                                 



IL CANNOCCHIALE